PROGETTO

FINALITÀ

Il portale BDSud - Biblioteca Digitale del Sud ospita e promuove progetti scientifici finalizzati a ricomporre in forma virtuale il patrimonio di manoscritti, edizioni e testi riconducibili all’Italia meridionale continentale e attualmente dispersi in biblioteche e archivi italiani e stranieri.

PER SAPERNE DI PIÙ

Le origini del progetto risalgono al 2009, quando nasce la prima versione del sito con l’obiettivo di riunire in formato digitale il patrimonio testuale italoromanzo, manoscritto e a stampa, riconducibile alla Puglia medievale (secoli XIII-XVI), descrivendolo e rendendolo liberamente consultabile. Questo filone di indagine, ampliato negli estremi cronologici e geografici, è adesso perseguito da BDSud(it) – “Biblioteca Digitale del Sud (italoromanzo)”, diretto da Antonio Montinaro. Nel corso degli anni il portale è evoluto, ospitando progetti scientifici autonomi accomunati da finalità condivise: BTO – “Biblioteca di Terra d’Otranto: reperimento, catalogazione e digitalizzazione di manoscritti greci ed ebraici (secoli XI-XVI)”, diretto da Alessandro Capone e avviato nel 2014, scandaglia la produzione letteraria e codicologica in lingua greca del Salento medievale (secoli XI-XVI); AFITO – “Archivio Filosofico di Terra d’Otranto”, diretto da Luana Rizzo e lanciato nel 2016, recupera e valorizza i testi filosofici prodotti in Terra d’Otranto dal XIII al XVI secolo; AFISEM – “Archivio Filosofico-scientifico del Salento in Età Moderna”, diretto da Adele Spedicati e ideato nel 2017, analizza figure e problemi della cultura filosofico-scientifica salentina tra la prima modernità e l’età dei lumi (secoli XVII-XVIII).

Le origini del progetto risalgono al 2009, quando nasce la prima versione del sito con l’obiettivo di riunire in formato digitale il patrimonio testuale italoromanzo, manoscritto e a stampa, riconducibile alla Puglia medievale (secoli XIII-XVI), descrivendolo e rendendolo liberamente consultabile. Questo filone di indagine, ampliato negli estremi cronologici e geografici, è adesso perseguito da BDSud(it) - Biblioteca Digitale del Sud (italoromanzo), diretto da Antonio Montinaro. Nel corso degli anni il portale è evoluto, ospitando progetti scientifici autonomi accomunati da finalità condivise: BTO - Biblioteca di Terra d’Otranto: reperimento, catalogazione e digitalizzazione di manoscritti greci ed ebraici (secoli XI-XVI), diretto da Alessandro Capone e avviato nel 2014, scandaglia la produzione letteraria e codicologica in lingua greca del Salento medievale (secoli XI-XVI); AFITO - Archivio Filosofico di Terra d’Otranto, diretto da Luana Rizzo e lanciato nel 2016, recupera e valorizza i testi filosofici prodotti in Terra d’Otranto dal XIII al XVI secolo; AFISEM - Archivio Filosofico-scientifico del Salento in Età Moderna, diretto da Adele Spedicati e ideato nel 2017, analizza figure e problemi della cultura filosofico-scientifica salentina tra la prima modernità e l’età dei lumi (secoli XVII-XVIII).

Promotori

Il portale BDSud è promosso dall’Università del Salento e dall’Università degli Studi del Molise presso le quali si sviluppa il sistema informatico usato dai singoli progetti, i quali attivano in autonomia forme di collaborazione con enti, istituzioni e imprese scientifiche, citati nelle pagine interne del sito.